Statistiche automatiche TNC in fase di test

By | May 7, 2016

Da qualche giorno, è attivo l’invio automatico sperimentale delle statistiche dai WX3in1 verso il nostro server, grazie a Giorgio IZ2XBZ e Mateusz, che ci ha rilasciato la versione del firmware 1.10 Beta 1, contenente nuove funzionalità da noi espressamente richieste.

E’ stato implementato un meccanismo con il quale è possibile far inviare dal TNC, a intervalli regolari di tempo, i valori interni statistici di traffico,  verso il nostro server dotato di database  SQL, che memorizza un record ogni 5′ per ogni WX3in1 della rete CRLNet, per analogia alle telemetrie che inviamo su APRS-IS, visualizzabili su aprs.fi per tutti i nostri nodi attivi.     Questo intervallo di tempo di 5′ permette una grande risoluzione di visualizzazione dell’andamento del traffico.

La stringa inviata è simile a quella seguente, contenente tutti i valori che il TNC già calcola e che sono già a quindi disposizione nella sua memoria:

http://www.esempio.it/APRS/aprs_stat.php?ID=123&RFpkst=130&RFpkrx=100&RFcrh=10&RFcrcrc=10&RFcrend=10&RFrcvd=23071493&RFbcnsnt=371&RFaprsis=426&RFsnt=168547&APRSrpt=1889&APRSdrp=268300&ISrconn=2&IScursrv=193.16.217.17:14580&ISsts=authenticated&ISbcnsnt=754&ISparam=48&ISdata=2218&RFgated=240738&UPTM=7

01-ID: 123
02-RF packet starts detected: 130
03-RF packets received (CRC OK): 100
04-RF corrupted packets received (HEADER ERROR): 10
05-RF corrupted packets received (CRC ERROR): 10
06-RF corrupted packets received (END FLAG NOT FOUND): 10
07-RF bytes received: 5252
08-RF beacons sent: 1
09-RF messages gated from APRS-IS: 1
10-RF bytes sent: 220
12-APRS packets repeated: 1
13-APRS packets dropped: 99
14-APRS-IS server reconnects: 0
15-APRS-IS current server: 193.16.217.17:14580
16-APRS-IS connection status: authenticated
17-APRS-IS beacons sent: 1
18-APRS-IS telemetry PARAM packets sent: 0
19-APRS-IS telemetry DATA packets sent: 1
20-RF packets gated to APRS-IS: 100
21-Device uptime:240

Nella pagina html delle statistiche del WX3in1 sono contenuti valori cumulativi, nella stringa inviata, al contrario, sono contenuti valori incrementali, che vengono azzerati ad ogni invio.     I valori vengono inviati in questo modo per non incorrere nel problema che il TNC, ad ogni perdita di alimentazione o programmazione di nuovi parametri, azzera completamente le statistiche interne.     Questa funzione invierà al server valori che verranno quindi sommati e gestiti a destinazione, senza perdita di dati a causa di reset del device.

Nel nostro database SQL verranno mantenuti tutti i valori ricevuti, permettendo accuratissime statistiche di traffico, che potranno venire ripetute a piacimento quante vole si vuole nel tempo, applicando criteri diversi a seconda dello studio che si intende fare.

Le statistiche di traffico dei singoli nodi, e quelle consolidate di tutta la rete, sono l’unica verità scientifica su cui vanno basate le nostre teorie, sono l’unico strumento che ci consente di verificare e comparare con precisione, gli effetti dei cambiamenti che apportiamo alla rete, di qualunque natura essi siano.

I tentativi di ottimizzazione, per essere considerati validi, devono essere confermati da statistiche reali, non è sufficiente l’intuizione, serve la prova.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *